storieabruzzesi.it

blog d'informazione

Archivio per il 2013

Nativitas, canti e sacre leggende in Abruzzo

nessun commento

Un'esibizione de "Il Passagallo"

Domenica 29 dicembre il Comune di Mosciano Sant’Angelo e la Sezione Italiana dell’Istituto Internazionale del Teatro del Mediterraneo promuovono il concerto “Nativitas. Canti e sacre leggende in terra d’Abruzzo”. Un viaggio nella cultura abruzzese attraverso riti e canti della tradizione contadina ormai quasi dimenticati.

Alle ore 18.30 a Mosciano Sant’Angelo (Teramo), nella Chiesa parrocchiale di San Michele Arcangelo, il gruppo etnico il Passagallo, guidato da Carlo Di Silvestre, e la voce narrante Antonella Ciaccia accompagneranno il pubblico nella riscoperta dell’identità del popolo abruzzese attraverso musiche e brani connessi ai riti del solstizio d’inverno, come l’Annunciazione, la Natività, il Capodanno, l’Epifania, Sant’Antonio Abate e il Carnevale.

Continua la lettura »

Scritto da Redazione

martedì 24 dicembre 2013 alle 16:35

51 visualizzazioni

Un film sulla vita del prete rocker

nessun commento

Antonio Petrescu, in arte Don Elvis (foto di Gianni Giuliani da Corriere.it)

Diventa un film la storia di don Elvis, il prete rocker di cui ci siamo già occupati per Corriere.it . Sarà Paolo Cammarano, regista che collabora con Sky e Studio Universal, a realizzare il film che intende raccontare la vita di don Elvis, dagli inizi nella Romania comunista di Ceaucescu al recente trasferimento in Abruzzo come parroco, passando attraverso i dubbi, le passioni, le polemiche, i momenti felici e quelli dolorosi.

Ma il film racconterà anche il ruolo del sacerdote e quello di un’intera comunità che si è divisa sulla figura di questo personaggio originale, da alcuni considerato un po’ estremo.
Continua la lettura »

Scritto da Nicola Catenaro

martedì 24 dicembre 2013 alle 13:00

60 visualizzazioni

Rinuncia al posto fisso per l’attimo eterno

nessun commento

Un autoritratto di Adamo Di Loreto

Città del Vaticano, 16 Marzo 2013. Siamo nell’Aula Nervi. È la prima udienza pubblica del neoeletto Papa Francesco, che riceve i 5.600 rappresentanti dei media giunti da tutto il mondo per il conclave. «Appena la sua figura si è materializzata in sala, la mia attenzione è stata subito attratta dalle tante mani protese in aria, impegnate a stringere una qualsivoglia apparecchiatura digitale di ripresa per riuscire ad immortalare il momento storico», racconta Adamo Di Loreto. È un attimo. Il fotoreporter abruzzese scatta e quell’immagine gli vale il premio “Gente e Popoli” del contest nazionale del National Geographic. Dura vita, quella del giornalista fotografico. Ce la racconta lui stesso in quest’intervista.

Continua la lettura »

Scritto da Nicola Catenaro

domenica 22 dicembre 2013 alle 12:14

180 visualizzazioni

Pietracamela libera dall’incubo del masso

nessun commento

L'esplosione del masso a Pietracamela

Pietracamela è libera dall’incubo del masso (come si può guardare nel VIDEO e nella FOTOSEQUENZA). In anticipo rispetto al programma predisposto in Prefettura, intorno alle 13,30 il borgo alle pendici del Gran Sasso ha assistito al gran botto, annunciato da alcuni squilli di tromba. E, nel giro di qualche minuto, senza danni a cose o persone, l’operazione di eliminazione del gigantesco agglomerato roccioso alto come un edificio di sei piani (di circa 1.000 metri cubi il suo volume) é stata completata. Utilizzati circa 450 chili di esplosivo e una serie di micro cariche che hanno reso possibile, contemporaneamente, sia il distacco sia la frantumazione del blocco roccioso situato in equilibrio precario a Capo Le Vene, l’area sovrastante l’abitato del paese già interessata da un’enorme frana il 18 marzo 2011.

Continua la lettura »

Scritto da Nicola Catenaro

domenica 22 dicembre 2013 alle 12:04

51 visualizzazioni

Raffaele, a 100 anni va a lezione di Internet

nessun commento

Raffaele Ciampaglia

Non è un paese per vecchi Pizzoferrato, piccolo centro montano con 1.200 abitanti nella media vallata del Sangro, in provincia di Chieti. O, almeno, non lo è per chi si fa beffe del peso degli anni. Raffaele Ciampaglia, un secolo di vita compiuto il 28 luglio scorso, è uno di questi. Si è appena iscritto a un corso per imparare a usare Internet, organizzato dal Comune per gli over 65. «Mi piacerebbe usare le nuove tecnologie per imparare a parlare con i miei nipoti che abitano a Firenze », ha detto consegnando il modulo di adesione. Determinazione e grinta non gli mancano.

Continua la lettura »

Scritto da Nicola Catenaro

mercoledì 18 dicembre 2013 alle 13:28

85 visualizzazioni

Caso Pavone, i familiari: “Chi ha visto parli”

nessun commento

Carlo Pavone (Pescara.it)

Nel reparto di Rianimazione dell’ospedale di Pescara, dov’è in coma da ben 44 giorni, risuonano “Alma Llanera” e i ritmi delle canzoni sudamericane a cui è affezionato per essere nato e aver vissuto da ragazzo a Caracas. I familiari hanno affidato alla musica la speranza di svegliare Carlo Pavone, l’ingegnere informatico di 42 anni colpito alla testa da un proiettile mentre buttava l’immondizia sotto casa, lo scorso 30 ottobre, un mercoledì, intorno alle 21. Un orario normale in una zona normalmente trafficata di Montesilvano: via De Gasperi, la strada che porta alla collina del comune pescarese.

Continua la lettura »

Scritto da Nicola Catenaro

lunedì 16 dicembre 2013 alle 18:01

45 visualizzazioni

Il regista dei documentari che viaggia con Ammaniti

nessun commento

Stefano Saverioni

Ha girato documentari per “Geo&Geo” e “La storia siamo noi” e fatto film con Niccolò Ammaniti. Sì, Ammaniti lo scrittore. Ha viaggiato con lui in India per realizzare “Goodlife”, serie di tre documentari per Current Tv, Stefano Saverioni, trentasei anni, di professione video maker. Anzi, no, precisa lui: film maker. Perché, gli chiediamo, che differenza c’è?

La differenza, risponde, «sta nel fatto che il film maker ha almeno la prospettiva di realizzare un film. Il video maker, invece, lavora più sull’audiovisivo».

Continua la lettura »

Scritto da Nicola Catenaro

venerdì 13 dicembre 2013 alle 10:15

346 visualizzazioni

La via della luce di Norma Carrelli

nessun commento

Il particolare di una delle opere in mostra

Si inaugura domenica 8 dicembre, alle ore 18, in corso Cerulli 27, a Teramo, presso il Salotto artistico culturale PHAROS di Giulietta Cerulli, la mostra della pittrice Norma Carrelli. Il titolo della mostra è ”La via della luce” ed è stata curata da Romolo Bosi.

Vi saranno esposte le ultime opere dell’artista teramana, ispirate come sempre al sentimento della natura e dei suoi colori. Questa recente produzione rappresenta un ulteriore sviluppo dell’arte di Norma Carrelli che impegna il suo talento in un inedito percorso: quello dell’astrazione e della pittura segnica.

L’evento prevede anche la presentazione del Calendario 2014 redatto e illustrato dalla stessa pittrice.

Continua la lettura »

Scritto da Redazione

sabato 07 dicembre 2013 alle 10:47

177 visualizzazioni

In un libro 150 storie (abruzzesi) di soprusi e sprechi

nessun commento

La copertina del nuovo libro di Umberto Braccili

A sei anni dall’inizio della rubrica sulla Tgr Rai Abruzzo “Lo dico al Tgr”, è stata raccolta in un libro una parte delle segnalazioni che hanno permesso la realizzazione dell’appuntamento settimanale del martedì in televisione.

Sono 150 storie che partono da e-mail, telefonate e lettere giunte in redazione. L’idea di Umberto Braccili è stata quella di raccontare, a partire dalla sua esperienza di reporter, uno spaccato del nostro Abruzzo, fatto spesso di storie di disagio, soprusi e sperperi di denaro pubblico da parte delle Amministrazioni. Il libro parte dalle opere pubbliche incompiute, costate tantissimo ai cittadini, che hanno anche sopportato le conseguenze pratiche delle mancate realizzazioni.

Continua la lettura »

Scritto da Redazione

mercoledì 04 dicembre 2013 alle 12:28

95 visualizzazioni

L’uomo che studia i mattoni primordiali dell’universo

nessun commento

Roberto Buonanno

Si sta dando da fare per rendere l’osservatorio (concedeteci l’ossimoro) più “visibile” all’esterno. E per cercare di evitare che, contrariamente a quanto scritto tre anni fa nello statuto dell’Inaf, l’Istituto nazionale di astrofisica da cui dipende, quello di Collurania venga accorpato a Roma. Un modo elegante per dire che chiuderà. Roberto Buonanno, direttore dell’osservatorio fondato da Vincenzo Cerulli nel 1890 e presidente della Società astronomica italiana, per il momento ha ottenuto, anche grazie all’aiuto della Regione e delle risorse del Fondo sociale europeo, il congelamento della decisione. Il contributo Fse arriverà in cambio delle attività didattiche che i ricercatori di Collurania si sono impegnati a svolgere nelle scuole superiori abruzzesi. Do ut des. Ma il rischio di chiusura è acqua passata. Buonanno si rilassa e noi ne approfittiamo per cogliere (dello scienziato) un’intervista-ritratto.

Continua la lettura »

Scritto da Nicola Catenaro

giovedì 28 novembre 2013 alle 23:05

201 visualizzazioni