storieabruzzesi.it

blog d'informazione

Archivio per luglio 2012

Il vescovo che guida i motoraduni per beneficenza

nessun commento

Monsignor Mencuccini con Valentino Rossi

Centinaia di motociclisti da varie parti d’Italia arriveranno domani (domenica 29 luglio 2012) al santuario di San Gabriele per la festa del motociclista, nel segno della solidarietà per il Borneo (Indonesia). E in testa a tutti, in sella a una potente Yamaha Superteneré 1200 cc., ci sarà il vescovo passionista Giulio Mencuccini, 66 anni, originario di Fossacesia (Chieti), missionario in Indonesia da oltre trent’anni e responsabile della diocesi di Sanggau (Borneo occidentale).

Per il vescovo andare in moto non è una novità, dato che per lui, che vive tra le foreste del Borneo, la moto è il mezzo di trasporto normale per annunciare il vangelo. Scopo del raduno è anche quello di raccogliere i fondi per costruire un asilo polivalente nella sua diocesi.

Continua la lettura »

Scritto da Redazione

sabato 28 luglio 2012 alle 18:23

199 visualizzazioni

I 60 anni del giardino botanico a quota duemila

nessun commento

Il giardino botanico alpino di Campo Imperatore (foto archivio GACI)

Sabato 28 luglio a Campo Imperatore (L’Aquila) dalle ore 9, con il patrocinio della Società Botanica Italiana – Sezione Abruzzese-Molisana, sarà  celebrata la ricorrenza della fondazione del Giardino Botanico Alpino di Campo Imperatore.

Localizzato ad una quota di 2117 metri, lungo il pendio meridionale di Monte Aquila sul versante occidentale del Gran Sasso d’Italia, nel cuore del Parco Nazionale Gran Sasso – Monti della Laga, il Giardino Botanico fu fondato nel 1952 dal professor Vincenzo Rivera (docente di Botanica all’Università di Roma e primo Rettore dell’Università dell’Aquila, alla cui memoria è stato poi intitolato) per coltivare e studiare le più importanti entità floristiche del massiccio montuoso del Gran Sasso d’Italia; costituisce oggi un patrimonio nazionale molto apprezzato nel panorama culturale naturalistico.

Continua la lettura »

Scritto da Redazione

giovedì 26 luglio 2012 alle 10:11

47 visualizzazioni

L’Aquila, isolatori sismici irregolari nelle new town

2 commenti

Le new town del progetto CASE (www.corriere.it)

Le 19 new town del  progetto CASE, assegnate dalla Protezione civile alle famiglie aquilane dopo il  sisma del 6 aprile 2009, non sarebbero a prova di terremoto. Una perizia  disposta dal giudice per le indagini preliminari Marco Billi ha infatti rilevato  irregolarità negli isolatori antisismici installati sotto le piastre di cemento  armato delle abitazioni. I problemi sono emersi dopo le prove, effettuate nei  laboratori di Torino, Alessandria e San Diego (California), su nove isolatori  campione. Uno di questi, durante i test, si è addirittura rotto.

La perizia, curata dall’ingegner  Alessandro De Stefano del Politecnico di Torino, è stata disposta nell’ambito  dell’inchiesta della Procura aquilana che attualmente vede indagate sei persone  per turbativa d’asta e frode nelle pubbliche forniture.

Continua la lettura »

Scritto da Nicola Catenaro

martedì 24 luglio 2012 alle 8:42

49 visualizzazioni

Di Giuseppe, star del clarinetto a Strasburgo

nessun commento

Piergiorgio Di Giuseppe

Importante traguardo artistico per il teramano Piergiorgio Di Giuseppe, che ha conseguito brillantemente il 14 giugno il Diploma di Specializzazione in Clarinetto basso al Conservatorio di Strasburgo, unico italiano negli ultimi anni nella classe del maestro Armand Angster.

Grazie a questo prestigiosa onoreficenza, è stato invitato dal  maestro a rappresentare l’Italia e la sua città il 24 giugno al Festival “Clarinet Marathon” presso la Cite de la Musique et de la dance a Strasburgo, dove si è esibito in duo con la sua collega pianista e direttrice d’orchestra Luisella Chiarini, nonchè ad esibirsi in un recital solistico a Budapest.

Continua la lettura »

Scritto da Redazione

venerdì 20 luglio 2012 alle 10:48

296 visualizzazioni

Le infinite deviazioni di Diego Esposito

nessun commento

Il manifesto della mostra

L’Accademia di Belle Arti di Brera rende omaggio alla figura di Diego Esposito, artista di origini teramane, con una mostra di opere su carta scelte nell’ambito del suo originale percorso di ricerca, pittura, scultura e istallazione ambientale.

Dagli anni Settanta ad oggi, il pensiero persistente della luce si commisura alle energie fisiche e mentali filtrate nello spazio di ogni opera, in tal senso l’arte di Esposito sviluppa una sensibilità cromatica affidata a diverse morfologie, dalle misure primarie della geometria al flusso luminoso e mutevole del colore.

Continua la lettura »

Scritto da Redazione

mercoledì 18 luglio 2012 alle 10:51

108 visualizzazioni

I mille colori di Tornareccio, paese dei mosaici

nessun commento

Tornareccio, il paese dei mosaici

Ventisette nuovi bozzetti, due mostre e una straordinaria Via Crucis di mosaici. L’edizione numero sette di “Un Mosaico per Tornareccio”, nell’anno del centenario della nascita di Aligi Sassu, si annuncia quanto mai ricca e coinvolgente. Dopo la posa in opera e la benedizione del mosaico di apertura della Via Crucis “L’adorazione della croce” dedicato a Giovanni Paolo II, avvenute lo scorso 16 aprile alla presenza dell’arcivescovo di Chieti-Vasto monsignor Bruno Forte, la manifestazione entra nel vivo sabato 28 luglio alle ore 17.30, con la cerimonia che si terrà presso il salone polifunzionale “Remo Gaspari” in viale don Bosco. Saranno presentati i ventisette nuovi bozzetti a tema libero degli artisti Paola Babini, Gabriele Boetto, Bruno Ceccobelli, Stefania Di Carlantonio, Alberto Di Fabio, Mauro Di Silvestre, Stefano Di Stasio, Salvatore Dominelli, Pablo Echaurren, Stefania Fabrizi, Sergio Fermariello, Felice Levini, H. H. Lim, Giancarlo Limoni, Gianluca Murasecchi, Luca Padroni, Claudio Palmieri, Luca Maria Patella, Salvatore Pupillo, Oliviero Rainaldi, Pietro Ruffo, Massimo Ruiu, Francesco Vaccaro, Marco Verrelli, Luca Vernizzi, Claudia Peill, Elvio Chiricozzi.

Continua la lettura »

Scritto da Redazione

sabato 14 luglio 2012 alle 9:59

313 visualizzazioni

Giro girotondo, un tuffo nei giochi del nonno

nessun commento

Il gioco della fionda (Cancellieri)

«Quando ci soffermiamo a guardare i bambini mentre giocano, ci rendiamo conto che, a volte, si divertono con passatempi semplici che ci ricordano la nostra infanzia o quella dei nostri nonni». Così scrivono Lucio Cancellieri e Maria Di Blasio Ricci, autori del libro “Giro Girotondo… com’era bello il mondo!” dato alle stampe ad aprile dopo una lunga e faticosa (ma divertente, a quanto sembra!)  ricerca sugli svaghi del tempo che fu: ninna nanna, filastrocche, le pupe e le palle di pezza, rubamazzo e lo schiaffo del soldato, la campana e le belle statuine, tra scioglilingua e colorite espressioni ricorrenti.

Entrambi poeti, sensibili dunque alla luce che viene dal passato, Cancellieri e Di Blasio compiono un’indagine interessante perché ripropone, in un’ampia carrellata di ricordi, rituali e formule che hanno un che di magico, il repertorio di un mondo che ci appartiene completamente.

Continua la lettura »

Scritto da Nicola Catenaro

lunedì 09 luglio 2012 alle 15:19

768 visualizzazioni

Campovalano, archeologia sotto le stelle

nessun commento

Gli scavi di Campovalano

Sono ricominciati ieri gli scavi per portare alla luce la tomba numero 618 della necropoli di Campovalano, necropoli nota nel centro Italia con tombe risalenti dalla fine dell’età del Bronzo alla conquista romana, nell’ambito della manifestazione “Necropoli sotto le stelle”. Sono in programma scavi in notturna e visita al tumulo multimediale, dal 9 al 15 luglio a Campovalano, durante la sagra del tartufo (maggiori informazioni su www.campovalano.org). Gli scavi sono attualmente seguiti dagli archeologi Vincenzo D’Ercole e Di Sabatino.

Comuni alle sepolture di ambedue i sessi, all’interno delle oltre 600 tombe già scavate ed in mostra nel museo di Campli e di Chieti, sono i servizi di vasi in bronzo o in ceramica fatta a mano che testimoniano la rilevanza dell’ideologia del banchetto, significato simbolico rimarcato anche della presenza di gruppi di spiedi in ferro.

Continua la lettura »

Scritto da Redazione

lunedì 09 luglio 2012 alle 9:47

44 visualizzazioni

Il superfumettista teramano della Marvel

nessun commento

Carmine Di Giandomenico

Carmine Di Giandomenico, teramano, 39 anni, fumettista. Com’è nata questa passione?

«La passione per i fumetti nasce da piccolo. Ero affascinato da quelli che mi portava mia zia da Bologna, gli albi giganti dell’edizione Corno con i supereroi Spiderman e Capitan America. Il vero flash l’ho avuto però quando, subito dopo l’uscita del film Superman con Christopher Reeve,  mi fu regalato l’album di figurine con questo supereroe in copertina. È lì che sono impazzito per i fumetti. Dall’impatto grafico e visivo ho iniziato ad approfondire le storie. E parallelamente ho scoperto di condividere questa passione con mio padre, che conservava ancora le strisce di Flash Gordon, Mandrake e Phantom. Ho divorato anche quelle. Leggevo le storie dell’Uomo Ragno e degli altri supereroi ma anche le storie della Disney di Paperino e Topolino».

Continua la lettura »

Scritto da Nicola Catenaro

mercoledì 04 luglio 2012 alle 12:43

380 visualizzazioni

Venticinque grandi artisti per Casoli Pinta

nessun commento

Domenico Gabbia, L'albero del gioco, 100x120, 2012

Il Premio  Biennale Nazionale di Pittura Murale  Casoli Pinta, ospitato nel Palazzo Ducale di Atri dal 7 al 27 luglio, promosso dall’Associazione Castellum Vetus, presieduta  da Marantonietta Carulli, con il patrocinio del Comune di Atri e della Fondazione Tercas, riparte quest’anno, dopo l’interruzione causata dal grave sisma del 2009, con la sua IV edizione, a cura di Maria Cristina Ricciardi.

Il Premio, che sarà inaugurato il 7 luglio, alle ore 19,  si avvale della partecipazione  di 25 straordinari artisti  di panorama nazionale,  invitati su indicazione del critico in accordo con Tonino Bosica, referente del Premio, ad esporre un’opera di grande formato, affinché una  giuria di esperti, presieduta dall’assessore alla Cultura del Comune di Atri, Domenico Felicione,  scelga quella che costituirà il 53° dipinto murale del borgo di Casoli di Atri, particolarissimo museo, in cui fanno spicco, sulle facciate delle case,  opere di artisti celeberrimi fra cui: De Micheli, Madiai, Seveso, Velasco, Aprea, Memmo, Falconi e molti altri.

Continua la lettura »

Scritto da Redazione

martedì 03 luglio 2012 alle 9:39

223 visualizzazioni