storieabruzzesi.it

blog d'informazione

Archivio per ottobre 2013

«La musica, la mia favolosa ossessione»

nessun commento

Luca D'Alberto (photo by Claudia Petraroli)

Luca D’Alberto è un artista sorprendente. La sorpresa sta nel trovarlo sempre al fianco di grandi personaggi in vari campi, dal teatro alla danza o alla musica rock, senza vederne modificati negli anni né il carattere (fondamentalmente timido) né l’approccio alle cose che gli accadono intorno (allegro e spensierato, come sempre). L’espressione e i modi da eterno fanciullo, però, tradiscono le doti e il talento di un musicista colto, sensibile e raffinato. Ecco la sua (sorprendente) intervista-ritratto.

Luca D’Alberto, quando e come ha iniziato a suonare e perché?

«Ho iniziato da piccolissimo perché nella mia famiglia ci sono due meravigliose musiciste: mia madre e mia sorella. Ascoltandole suonare, chiesi di iniziare lo studio di uno strumento e scelsi la viola e il violino. Gli strumenti ad arco mi hanno sempre appassionato. Mi sono avvicinato anche alla Violectra 6 corde».

Continua la lettura »

Scritto da Nicola Catenaro

giovedì 31 ottobre 2013 alle 23:50

752 visualizzazioni

Esce per buttare i rifiuti e gli sparano in testa

nessun commento

Montesilvano (Corriere.it)

Soltanto grazie a una Tac si è scoperto che aveva un proiettile nel cranio. Non è stato dunque un aneurisma, come sospettato all’inizio dai soccorritori, a provocare l’emorragia. Qualcuno gli ha sparato un colpo di pistola alla testa in strada mentre buttava la spazzatura nel cassonetto. Un motivo, apparentemente, non c’è.

È un vero mistero quello che ruota intorno al ferimento di Carlo Pavone, 42 anni, imprenditore del settore informatico , incensurato e senza problemi economici, attualmente ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Pescara, in rianimazione. L’uomo è stato trovato mercoledì sera verso le 21.15, in viale De Gasperi, a Montesilvano.

Continua la lettura »

Scritto da Nicola Catenaro

giovedì 31 ottobre 2013 alle 23:44

26 visualizzazioni

D’Annunzio politico, l’inedito ritratto di Licio Di Biase

nessun commento

La copertina del libro di Licio Di Biase

La breve stagione parlamentare di Gabriele D’Annunzio, tra la fine del 1897 e la metà del 1900, è al centro della ricerca che Licio Di Biase, storico pescarese, di recente ospite anche della rubrica del Tg2 “Achab”, ha racchiuso nel libro “L’onorevole d’Annunzio” (Ianieri, 2013, pp. 232, 16 euro), un lavoro interessante con il quale si offre una lettura, oltre che di carattere biografico e letterario, anche di natura politica del grande poeta. Di seguito pubblichiamo la prefazione che Giordano Bruno Guerri, presidente della Fondazione Vittoriale degli italiani”, ha scritto per il libro.

Sul finire dell’Ottocento, caduto il governo di Francesco Crispi, l’Italia viveva un momento storico per certi aspetti analogo a quello odierno: un Paese lacerato da tensioni sociali alimentate dalla marea montante di aspettative presto disattese…

Continua la lettura »

Scritto da Redazione

domenica 27 ottobre 2013 alle 22:54

138 visualizzazioni

I cowboy abruzzesi di Anselmi sul “Bulletin”

nessun commento

Ritratto di pastore (Maurizio Anselmi)

I ‘Ritratti dei pastori’ di Maurizio Anselmi sono stati pubblicati sull’ultimo numero di Hasselblad Bulletin, la rivista online della più importante azienda mondiale di macchine fotografiche d’alta qualità. La rivista – che ogni mese dà spazio a fotografi internazionali che utilizzano le mitiche macchine della ditta svedese (una Hasselblad ha ripreso lo sbarco dell’uomo sulla Luna) – nell’edizione di ottobre ha dedicato un intero servizio, ‘The People Behind the Landscape’, al reportage fotografico che Anselmi sta realizzando dalla scorsa primavera tra i pastori e la gente del Gran Sasso.

Otto in tutto gli scatti pubblicati dal Bullettin, ma il lavoro di ricerca del fotografo teramano è ancora in progress. Un vero e proprio racconto per immagini della montagna d’Abruzzo, questa volta però declinata partendo dai volti, dai gesti, e soprattutto dalla semplice quotidianità di chi questa terra la vive, la lavora e la fa continuare ad esistere.

Continua la lettura »

Scritto da Redazione

mercoledì 23 ottobre 2013 alle 15:33

200 visualizzazioni

Un chitarrista teramano tra i grandi del blues

nessun commento

Luca Giordano

Non sono molti i chitarristi italiani che possono dire di aver suonato con leggende del blues come Bob Stroger, Willie “Big Eyes” Smith (il batterista di Muddy Waters), Jimmy Burns o J.W. Williams. Lui, Luca Giordano, abruzzese doc, a soli 33 anni può dirlo forte anche se la sua fama ha percorso più rapidamente il circuito dei locali e dei festival statunitensi che la sua provincia di nascita, ciò che lui stesso chiama il “nido”: Teramo. Chi l’avrebbe mai detto che questo ragazzo mingherlino e con la barba un po’ incolta, sempre sorridente ma fondamentalmente timido, sarebbe diventato un punto di riferimento, almeno negli States, tra i fedeli della musica nera per antonomasia, la cosiddetta “musica del diavolo”, il blues. Pazienza, in attesa che la sua città se ne accorga e gli conceda gli onori che merita (a proposito, il suo prossimo concerto a Teramo è fissato per il 1° dicembre, insieme al noto armonicista Marco Pandolfi), vi forniamo un suo gradevole ritratto.

Continua la lettura »

Scritto da Nicola Catenaro

giovedì 17 ottobre 2013 alle 22:03

548 visualizzazioni

Berlino e l’Europa premiano Giovanni Gasbarrini

nessun commento

Giovanni Gasbarrini nella sua villa a Giulianova

Ancora pochi giorni e poi il professor Giovanni Gasbarrini volerà a Berlino per ritirare un ambito riconoscimento. Infatti, ogni anno la UEG (United European Gastroenterology) premia personaggi di spessore che hanno fornito contributi di rilievo e fondamentali per la gastroenterologia nel suo complesso ed in particolare per la UEG stessa.

Nella motivazione di conferimento si legge: “I vincitori che si sono succeduti negli anni hanno contribuito a migliorare in modo significativo la vita delle persone affette da malattie gastrointestinali. Inoltre, i loro contributi, la leadership e l’impatto scientifico sono stati importanti per UEG. Il loro lavoro è ampiamente riconosciuto dall’intera comunità gastroenterologia”.

Continua la lettura »

Scritto da Redazione

giovedì 10 ottobre 2013 alle 22:44

833 visualizzazioni

Habitat 01, omaggio a una generazione di artisti

nessun commento

La locandina della collettiva di artisti teramani

Habitat 01 è una ricognizione, una collettiva a cura di Umberto Palestini, sulle realtà creative legate alla città di Teramo, dopo le personali dedicate a Giuseppe Stampone, Marco Chiarini e Georgia Tribuiani. La mostra è una panoramica che intende segnalare personalità artistiche, legate ai diversi linguaggi estetici delle arti visive contemporanee (pittura, fotografia, scultura, disegno, installazione), che vivono, operano o si sono formate nel nostro territorio. La volontà è di creare un focus, un dibattito su artisti che hanno contribuito a delineare la fisionomia culturale della città,  facendo emergere un panorama di valenza nazionale, vista la ricchezza espressiva testimoniata dalle loro opere.

Continua la lettura »

Un pittore che ama il pastello e odia le cornici

un commento

Marino Melarangelo

Marino Melarangelo è un pittore che apprezzo molto e che avrei voluto intervistare da tempo. Mi pento di non averlo fatto prima perché, solo ora, ho avuto la possibilità di scoprire un artista profondo, consapevole, alla continua ricerca di sé. Ho anche visitato il suo studio, dove l’arte di famiglia trasuda da ogni angolo, e ammirato i suoi lavori. Che mettono  al bando i colori e danno spazio solo alla miscela di bianco e nero. La sua pittura, originalissima, è puro sogno ma non potrebbe fare a meno della realtà da cui sempre prende spunto.

Continua la lettura »

Scritto da Nicola Catenaro

giovedì 03 ottobre 2013 alle 23:01

715 visualizzazioni