storieabruzzesi.it

blog d'informazione

Archivio per la parola chiave ‘Marco Appicciafuoco’

L’arte e la rivoluzione culturale pacifica di Appicciafuoco

nessun commento

Marco Appicciafuoco (foto di Giampiero Marcocci)

Marco Appicciafuoco (foto di Giampiero Marcocci)

Da bambino abitavo con la mia famiglia in via Stazio, palazzo Conocchioli, nel centro storico di Teramo. Sarà per questo che capisco lo scultore Marco Appicciafuoco, cresciuto a poche centinaia di metri di distanza, in via Cameli, all’incrocio con la circonvallazione, quando dice che il profilo della collina di fronte, con i suoi colori e i suoi tramonti tiepidi, lo affascinava tanto da sedurlo e solleticargli l’animo artistico. Classe 1970, amico personale di geni del calibro di Enzo Cucchi, Appicciafuoco mostra un lato umano timido che tradisce la potenza della sua capacità espressiva. Viene considerato vicino a quell’insieme di ricerche estetiche nominate “Transavanguardia” dal critico Achille Bonito Oliva. Il suo capolavoro sono i “Light Flowers”, opere dall’intrinseca luminosità (se così possiamo dire) che gli hanno regalato notorietà e fatto salire le quotazioni delle sue opere.

Continua la lettura »

Scritto da Nicola Catenaro

venerdì 03 aprile 2015 alle 9:15

1.280 visualizzazioni

Habitat 01, omaggio a una generazione di artisti

nessun commento

La locandina della collettiva di artisti teramani

Habitat 01 è una ricognizione, una collettiva a cura di Umberto Palestini, sulle realtà creative legate alla città di Teramo, dopo le personali dedicate a Giuseppe Stampone, Marco Chiarini e Georgia Tribuiani. La mostra è una panoramica che intende segnalare personalità artistiche, legate ai diversi linguaggi estetici delle arti visive contemporanee (pittura, fotografia, scultura, disegno, installazione), che vivono, operano o si sono formate nel nostro territorio. La volontà è di creare un focus, un dibattito su artisti che hanno contribuito a delineare la fisionomia culturale della città,  facendo emergere un panorama di valenza nazionale, vista la ricchezza espressiva testimoniata dalle loro opere.

Continua la lettura »