storieabruzzesi.it

blog d'informazione

Esce per buttare i rifiuti e gli sparano in testa

nessun commento

Montesilvano (Corriere.it)

Soltanto grazie a una Tac si è scoperto che aveva un proiettile nel cranio. Non è stato dunque un aneurisma, come sospettato all’inizio dai soccorritori, a provocare l’emorragia. Qualcuno gli ha sparato un colpo di pistola alla testa in strada mentre buttava la spazzatura nel cassonetto. Un motivo, apparentemente, non c’è.

È un vero mistero quello che ruota intorno al ferimento di Carlo Pavone, 42 anni, imprenditore del settore informatico , incensurato e senza problemi economici, attualmente ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Pescara, in rianimazione. L’uomo è stato trovato mercoledì sera verso le 21.15, in viale De Gasperi, a Montesilvano.

Un passante, udito un rantolo provenire da dietro un cassonetto dei rifiuti, ha inizialmente pensato a un animale e si è avvicinato. Quindi ha visto l’uomo accasciato al suolo (con tracce di sangue all’altezza della testa) e, immediatamente, ha lanciato l’allarme chiamando il 112. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, coordinati dal capitano Enzo Marinelli, e i sanitari del 118 che hanno trasportato il ferito in ospedale.

L’imprenditore, che ora è in coma farmacologico, è stato operato. Secondo alcune fonti, le sue condizioni sarebbero molto gravi. I militari della compagnia di Montesilvano e quelli del nucleo investigativo stanno indagando a 360 gradi. Una delle prime testimoni ad essere ascoltata è stata la moglie, la quale ha raccontato che il marito era andato a buttare la spazzatura e che, non vedendolo risalire, stava cercando di mettersi in contatto con lui da diversi minuti. Pavone vive con la famiglia in una villetta a pochi metri dall’area in cui l’hanno trovato. Secondo quanto riportato dall’Ansa, nessuno sembra aver udito il colpo che ha ferito l’uomo alla testa. Quella di via De Gasperi, così come tutta l’area attraversata dalla strada, è una zona residenziale piuttosto tranquilla di Montesilvano, composta da villette immerse nel verde e con vista mare oltre che da numerosi bed&breakfast.

Nicola Catenaro

Da Corriere.it del 31 ottobre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

di Nicola Catenaro

giovedì 31 ottobre 2013 alle 23:44

30 visualizzazioni

Lascia un commento

*