storieabruzzesi.it

blog d'informazione

A Montorio il Carnevale si fa in tre

nessun commento

Maschere al Carnevale di Montorio al Vomano (Teramo)

Tre Carnevali in uno. Anche quest’anno Montorio rende onore alla settimana più pazza dell’anno con il Carnevale Montoriese 2014, che prevede tre distinti appuntamenti: domenica 2 marzo la Sfilata dei carri allegorici per le vie del centro storico, martedì 4 il Carnevale dei bambini e mercoledì 5 la processione del Carnevale Morto, un rito burlesco unico, che si rinnova di anno in anno.

“Il nostro Carnevale – spiega l’assessore alla Cultura del Comune di Montorio, Donato Di Gabriele – è una tradizione radicata e di grandissima partecipazione popolare, organizzata dall’amministrazione e dalla Pro Loco di Montorio, in stretta collaborazione con le varie associazioni locali. Si comincia domenica 2 marzo, con la sfilata dei carri allestiti da quartieri, frazioni e comuni limitrofi dell’entroterra“.

Il ritrovo è alle ore 14, in via degli Abeti. La manifestazione darà il via ufficiale ai festeggiamenti, che culmineranno in Largo Rosciano con balli, canti, scherzi e musica dal vivo con la band “Media Sound“.

“Questa edizione – sottolinea il direttore artistico Vincenzo Macedone – è caratterizzata da due importanti novità: l’ampliamento del percorso della sfilata e il coinvolgimento delle frazioni del territorio. I carri attraverseranno Villa Maggiore. Anche quest’anno, inoltre, il Carnevale montoriese diventa solidale, sostenendo la raccolta fondi a favore del Centro Diurno di Villa Brozzi” .

Martedì 4, a partire dalle ore 15, è la volta del Carnevale dei bambini, nei locali della palestra delle scuole elementari. Il pomeriggio dei più piccoli sarà allietato da spettacoli, animazione e tante simpatiche sorprese. L’ingresso è gratuito (la manifestazione si terrà anche in caso di maltempo).

La locandina dei tre Carnevali di Montorio

Ma il Carnevale a Montorio non finisce con il martedì grasso. Mercoledì 5, il giorno delle Ceneri, chiude i festeggiamenti la processione del Carnevale morto, antica tradizione, nata sul finire degli anni ’20 per iniziativa di alcuni giovani insofferenti al regime e oggi annoverata tra le “eccellenze nazionali”. Un caratteristico rito, unico nella sua tipicità, che ripropone in chiave parodistica le esequie del Carnevale, al quale i montoriesi rendono onore con spirito burlesco, inscenando un canovaccio di satira paesana con le maschere vestite a lutto.

Si tratta di una vera e propria parodia del rito funebre decisamente sopra le righe, che avrà inizio dalle ore 20, con la veglia alla fonte in via dei Mulini.

Seguiranno il corteo funebre per le vie del centro storico, dietro il feretro di Carnevale, e le esequie solenni in piazza Orsini. I partecipanti, nell’occasione, danno libero sfogo a tutta la vena comica popolare facendo della satira bonaria, condita da scenette improvvisate su costumi locali e fatti accaduti durante l’anno, che hanno coinvolto l’intera comunità montoriese. Nei panni del morto un personaggio “di spirito”, che ne darà un’interpretazione umoristica e fuori dagli schemi. La banda cittadina accompagnerà il feretro, alternando marce funebri a brani di irriverente allegria.

Il corteo si concluderà in via dei Mulini dove il Carnevale, rappresentato da un fantoccio, sarà buttato nel fiume Vomano nei pressi della Madonna del Ponte; seguiranno i festeggiamenti con vin brulè e castagnole offerti dall’organizzazione.
Info: prolocomontorioalvomano@virgilio.it
Facebook prolocomontorioalvomano

di Redazione

venerdì 28 febbraio 2014 alle 9:43

73 visualizzazioni

Lascia un commento

*