storieabruzzesi.it

blog d'informazione

Farsi un corso all’estero con il crowdfunding

nessun commento

Adriano Di Camillo

E’ di Teramo il primo iscritto a “StartMeUp”, il progetto firmato Kaplan International English ( leader mondiale nell’organizzazione di corsi di inglese all’estero e formazione internazionale) che promuove l’uso del proprio talento per l’autofinanziamento dei corsi di inglese all’estero tramite crowdfunding.

Adriano Di Camillo, in meno di due settimane, ha già raccolto un finanziamento di 400 euro promuovendo l’iniziativa attraverso il proprio social network e la piattaforma Indiegogo.

Adriano è stato il primo studente italiano a raccogliere la sfida lanciata da Kaplan. In poche settimane ha lanciato la propria campagna di crowdfunding (ai propri sostenitori regala magliette e canvas) con l’ambizioso obiettivo di raggiungere quota mille euro e ripagarsi così il costo del proprio soggiorno all’estero. Dopo sole due settimane ha già ripagato più di un terzo del proprio progetto.

Una delle magliette realizzate da Di Camillo

Il giovane abruzzese offre a potenziali finanziatori le proprie creazioni artistiche in cambio di contributi che partono da cinque euro.

“Quando ho scoperto questa opportunità, ho voluto subito prenderne parte. Ho pensato a cosa avrebbe significato studiare all’estero sia per i miei studi in mediazione linguistica, sia per il mio futuro. I fondi messi a disposizione degli studenti per studiare all’estero non sono mai abbastanza, ma il finanziamento può avvenire anche dal basso!”.

Adriano si è avvalso della piattaforma Indegogo e dei social media per promuovere il suo profilo creando la campagna #art4english.

“Sono molto grato a tutti coloro che mi hanno supportato nel progetto. Ho persino ricevuto donazioni dall’Inghilterra, dalla Germania e moltissimi da tutto il mondo hanno visitato la mia pagina. Spero adesso di riuscire a raccogliere i restanti 600 euro e raggiungere il mio obiettivo”.

Kaplan propone una piattaforma dove tutti possono raccogliere fondi per autofinanziarsi le spese legate al proprio soggiorno di studi all’estero.  StartMeUp è il primo progetto educativo ideato per raccogliere fondi diretti a finanziare i propri studi all’estero tramite il meccanismo di rewards: l’offerta di incentivi in cambio di una quota che supporti il proprio progetto.

Tutti possono raccogliere fondi offrendo in cambio degli incentivi che, spesso, sono il frutto del proprio ingegno o talento.

StartMeUp nasce in partnership con Indiegogo, uno dei principali portali di crowdfunding mondiali. Tramite la creazione del profilo e la condivisione con il proprio network dell’obiettivo prefisso, si possono raccogliere fondi volti a finanziare parte o tutto il costo del proprio soggiorno all’estero.

Il sistema del crowdfunding si basa sul principio per cui l’unione fa la forza e il principale mezzo di diffusione del proprio progetto è la rete. Se il progetto è valido, e gli incentivi offerti sono all’altezza, amici familiari o semplici sconosciuti, possono finanziarne una piccola parte, ricevendo qualcosa in cambio.

Il profilo StartMeUp è gratuito ed è aperto a tutti. L’obiettivo può essere il finanziamento dell’intero corso, una parte di esso o spese accessorie legate al soggiorno all’estero (Voli, vitto, alloggio etc.).

Il logo della campagna lanciata da Kaplan

Kaplan International English ogni anno ospita oltre un milione di studenti internazionali in oltre 40 scuole di inglese nel mondo.
Ulteriori informazioni nella pagina dedicata: KAPLAN.DO/CROWD
Per scaricare invece la guida completa al crowdfunding Kaplan: http://bit.ly/IwzQ3U
Per creare il proprio profilo StartMeUp: http://www.indiegogo.com/partners/Kaplan
Email: italy@kaplan.com

di Redazione

martedì 18 febbraio 2014 alle 11:48

150 visualizzazioni

Lascia un commento

*