storieabruzzesi.it

blog d'informazione

Il jazz abruzzese che scala le classifiche in Giappone

nessun commento

Ritratto di Paolo Di Sabatino dal retrocopertina di Voices (foto di Maurizio Anselmi)

Ha la passione per il jazz, suona il pianoforte da una vita, compone canzoni. I suoi brani sono cantati da noti personaggi del mondo della musica come Mario Biondi, Gino Vannelli, Fabio Concato, Iva Zanicchi e Peppe Servillo. Incide anche per l’etichetta giapponese Atelier Sawano e l’ultimo suo lavoro (Luna del sud) è stato per una settimana, dal 19 al 25 gennaio, nella classifica Billboard giapponese tra gli “Hot Shot Discs”, cioè i dischi più richiesti. Segni particolari: non dimostra i suoi quaranta anni compiuti.

Se infatti chi scrive torna indietro con la memoria agli anni ‘90, quando il musicista di cui parliamo organizzava l’Interamnia Jazz Festival insieme all’amico Ernesto Di Nicola (una persona intelligente ed amabile che ora purtroppo non c’è più), si accorge che il tempo passa inesorabilmente ma non per alcuni.

Nato a Teramo, dove attualmente risiede, Paolo Di Sabatino insegna jazz presso il Conservatorio “Casella” dell’Aquila ed è, ormai da molti anni, considerato uno dei più interessanti pianisti jazz italiani. Come dimostra la sua escalation nipponica, ha raccolto successi importanti anche all’estero suonando in noti club e festival.

Da alcuni anni collabora stabilmente con Mario Biondi (ci sono 2 brani di Paolo nel cd If) e Antonella Ruggiero (con lei ha partecipato a Sanremo 2007 e per lei ha arrangiato e suonato il pianoforte nei cd Souvenir d’Italie e Regali di Natale).

Da poco ha pensato di mettersi a scrivere canzoni.

Il cd Voices, che sarà presentato a marzo, è il risultato di questo percorso. Notevole il cast di cantanti: Gino Vannelli, Fabio Concato, Grazia Di Michele, Iva Zanicchi , Peppe Servillo, Awa Ly, Sandy Müller, Gegè Telesforo, Wendy Lewis, Pilar, Massimo Guerini, Linda Valori.

I musicisti, invece, sono – oltre allo stesso Di Sabatino al pianoforte – Marco Siniscalco al basso e contrabbasso, Glauco Di Sabatino (fratello di Paolo) alla batteria, Luca Colombo alle chitarre, Sergio Quarta alle percussioni, accompagnati dall’orchestra diretta da Massimiliano Coclite e da una sezione di Modern Brass.

Fabrizio Bosso e Javier Girotto, collaboratori storici di Di Sabatino, sono i solisti, ai quali si aggiunge il fisarmonicista Davide Cavuti nel brano “Milango”.

Gli arrangiamenti sono tutti di Paolo Di Sabatino, che firma anche l’ultima traccia del cd, “Voiceless”.

Voices verrà pubblicato dalla Irma Records, etichetta discografica bolognese distribuita in Italia e all’estero dalla Edel.

Per il singolo cantato da Grazia Di Michele, è stato anche girato un video (regia di Cristiano Donzelli, fotografia di Ermanno Di Nicola, produzione esecutiva Dmen) in uscita in questi giorni. Il 30 gennaio, infatti, ricorre il secondo anniversario della morte di Mike Francis (Francesco Puccioni), cui il brano (“Francesco”, appunto) cantato da Grazia Di Michele è dedicato.

La promozione dell’album è affidata alla Red & Blue, agenzia di stampa tra le più importanti italiane, collaboratrice, tra gli altri, di artisti quali Renato Zero, I Pooh, Fiorella Mannoia, Mario Biondi e molti altri.

Paolo Di Sabatino è anche co-autore di un brano inserito nella colonna sonora del film “Vallanzasca, gli angeli del male” di Michele Placido, presentato al festival del cinema di Venezia del 2010 e proiettato nelle sale italiane in questi giorni.

Nicola Catenaro

di Nicola Catenaro

mercoledì 26 gennaio 2011 alle 16:50

282 visualizzazioni

Lascia un commento

*